Di seguito vengono riportati alcuni consigli utili riguardanti le operazioni che è necessario effettuare all’avvenuta morte di un proprio caro. Questo perché noi della Servizi Funebri Cattolica Igea riteniamo che sia importante fornire informazioni concrete ai clienti e, allo stesso tempo, siamo disponibili a far in modo che sia la nostra agenzia ad occuparsi delle pratiche concernenti:  la certificazione di morte, accertamento di morte da parte della Asl e denuncia del decesso presso l’Ufficio dello Stato Civile.

Dopo il decesso:
a) se il decesso avviene in casa è necessario contattare il medico curante che accerti le cause della morte e compili il certificato sull'apposito modulo;
b) se il decesso avviene in ospedale o in casa di cura, per la certificazione provvedrà l'Amministrazione Ospedaliera;

Avvisare il medico Necroscopo (c/o ASL di zona), appositamente incaricato dalla Usl, il quale non prima di 15 ore dal decesso e non dopo 30 ore, procederà all'accertamento della morte e compilerà apposito certificato;

  Entro 24 ore dal decesso si deve denunciare, presso l'Ufficio dello Stato Civile il decesso, con gli esatti dati anagrafici del defunto, portando i certificati rilasciati sia dal medico curante che dal Necroscopo;

In caso di morte violenta, di morte improvvisa, per la strada o in luoghi pubblici, ovvero in caso di morte di persone che vivono sole e non sono assistite, è necessario chiamare il 113 e avvertire l'Autorità Giudiziaria, la quale dopo gli accertamenti darà disposizioni per la rimozione;